Ornella Cerniglia

Forte di un percorso che parte dalla formazione accademica in Conservatorio e all’Università e giunge a flirt non-tanto-occasionali con l’avant-rock, Ornella Cerniglia – pianista, compositrice e catalizzatrice di sensibilità – attraversa stili e repertori degli ultimi due secoli con la leggerezza e la sicurezza di chi vuole e sa ricomporre prassi e ascolto della musica con le nostre esperienze interiori e quotidiane.Una ricerca, quella di Ornella, che trova la sua guida nell’attenzione alla vita, interiore e sociale, che dà forma e senso alla musica, la poesia, le arti visive, il teatro e la letteratura. 

Ne sono prova le esperienze quantomai diverse e affascinanti che la vedono protagonista e sodale, dall’immersione nella memoria collettiva del canto popolare (di cui è uno degli esiti la prima incisione dei Canti della terra e del mare di Sicilia di Alberto Favara) agli arrangiamenti da Syd Barrett, dalle partecipi frequentazioni delle avanguardie americane e italiane alle collaborazioni coi compositori d’oggi (delle cui musiche è spesso dedicataria e prima interprete).

Giovanni Di Giandomenico

Giovanni Di Giandomenico, nato a Palermo nel 1993. Formato tra il Conservatorio “V.Bellini” di Palermo (composizione, pianoforte, direzione d’orchestra), la Guildhall School of Music and Drama di Londra (improvvisazione jazz e rock), l’Accademia Nazionale di S.Cecilia a Roma (alto perfezionamento in composizione) e il SAE Institut di Berlino (sound engineering e music production). Dai locali dell’underground palermitano all’Auditorium Parco della Musica a Roma, passando per il palco della NAMM Musikmesse di Mosca, fino a battute di busking per le strade di Bologna, lo si può incontrare a realizzare la sua musica nei contesti più vari, dal vivo e in studio, in collaborazioni con musicisti di ogni estrazione stilistica, dall’hip-hop al noise rock, dalla world music all’avant jazz e alla musica classica e contemporanea, oltre a prestare la propria musica al teatro, all’installazione e alla videoarte.

Attualmente è di base a Berlino, città in cui si divide tra incursioni pianistiche e la produzione in trio elettronico col nuovo progetto Human as Possible, che debutta a ottobre 2016 con “We Need“, concept album e nello stesso tempo ‘installazione sonora da camera’.